Domande frequenti

Domanda: Come viene controllata la fotocamera utilizzata per le operazioni di aeromappatura?

La fotocamera utilizzata per le operazioni di aeromappatura viene contrllata direttamente dall'autopilota mediante un controllo remoto di scatto. I punti di scatto vengono definiti in sede di pianificazione del volo tenendo conto delle sovrapposizioni longitudinali e laterali richieste dai software di processamento immagini. Lo scatto viene quindi comandato dall'autopilota al raggiungimento di tali punti. Tale tecnica assicura che vengano scattate solo le immagini strettamente necessarie all'operazione richiesta, senza introdurre altre immagini "spurie" che dovranno poi essere scartate a posteriori. Tale tecnica garantisce processi efficienti e ripetibili, con risultati ottimizzati e riduzione drastica dei tempi di ottenimento del risultato finale. Tale risultati non sono possibili con tecniche di ripresa basate sul semplice scatto intervallato.

Domanda: E' richiesta una manutenzione regolare per garantire operazioni affidabili e sicure di Venture e Wavesight? Con che frequenza?

Si. Come tutte le apparecchiature ad alta tecnologia, l'utilizzo di parti meccaniche in movimento provoca necessariamente usura delle stesse. Le batterie inoltre, sottoposte a continui cicli di carica e scarica sono soggette ad una riduzione della loro capacità. Si rendono pertanto necessarie operazioni di ispezioni e manutenzione che prevedono la verifica delle parti meccaniche ed elettriche/eletroniche, l'eventuale bilanciamento di eliche e rotori, nonchè la verifica della capacità residua delle batterie. Come indicazione generale è prevista la sostituzione dei motore/motori ogni 60/80 ore di volo. La durata delle batterie è molto legata alla loro regolarità di utilizzo; evitando sovrascariche la durata indicativa si aggira sui 200 cicli.

Domanda: E' necessario il controllo manuale durante il volo di Venture e Wavesight?

No, il volo di Venture e Wavesight può essere svolto in modalità completamente automatica. Sebbene al pilota siano richieste capacità di conduzione mauale del volo solo per fronteggiare eventuali situazioni di emergenza o per far fronte ad imprevisti, è comunque possibile istruire l'APR a compiere operazioni non pianificate rimanendo comunque in modalità automatica.